Loading...

18 dicembre, Imu e Tasi seconda puntata

Home / Tasse Locali / 18 dicembre, Imu e Tasi seconda puntata

18 dicembre, Imu e Tasi seconda puntata.

Come la proprietà è diventata un motivo di turbamento.

L’acquisto di una casa o di un locale ad uso lavorativo è sempre stato considerato una forma di investimento. La prima era un rifugio (economico) sicuro per la famiglia, il secondo veniva acquistato per esigenze produttive della propria attività con relativi aumenti di personale impiegato e creazione di posti lavoro. Ora, chi possiede una seconda casa o un capannone, vive un continuo salasso.

Come sappiamo, il patrimonio immobiliare italiano è soggetto ad un carico fiscale che nel 2016 si è ridotto grazie all’eliminazione della Tasi sulla prima casa.

L’anno in corso non ci ha riservato strane sorprese e novità e sembra che anche per il 2018 il governo abbia deciso di seguire la stessa linea non aumentando le tasse locali (come l’Imu o la Tasi).

L’abolizione della Tasi sulla prima casa ha aiutato ma resta la preoccupazione dei proprietari di seconde case e di immobili ad uso lavorativo (tipo capannoni) relativamente allo smisurato prelievo fiscale e alla problematicità nel saldare le imposte.

tassazione fiscale

Come ben evidenziato da Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio studi della Associazione Artigiani Piccole Imprese (Cgia) di Mestre, adesso tra Imu, Tasi e Tari, questi edifici sono sottoposti ad un carico fiscale insopportabile.

Basti pensare che per pagare le tasse in Italia, ogni anno, sono necessari circa 30 giorni lavorativi da 8 ore.

Il prossimo appuntamento è per il 18 dicembre, quando si ripresenteranno le scadenze per  Imu e Tasi per la seconda rata.

 

Per la tua consulenza fiscale puoi avvalerti dello Studio Commercialista Campesato Cesarini.

Vieni a trovarci a Roma, in zona EUR, in via Alessio Baldovinetti 85

Chiama lo 06.5031867

Per info scrivi alla email info@studio-commercialista-consulente-del-lavoro-roma.it

 

 

 

Comments(0)

Leave a Comment